I verbi ausiliari “essere” e “avere”

livros

Ciao a tutti!

Nel nostro post di oggi, parleremo dei verbi ausiliari ESSERE e AVERE, che vedete qui di seguito coniugati all’indicativo presente:

essere  avere
io sono
tu sei
egli è
noi siamo
voi siete
essi sono
io ho
tu hai
egli ha
noi abbiamo
voi avete
essi hanno

Tuttavia, è importante non dimenticare che entrambi i verbi vengono adoperati anche in modo autonomo:

Io sono felice – indicativo presente di essere;

Sii felice, Laura! – imperativo di essere;

Anna avrebbe tanti libri – condizionale presente di avere;

Lui ebbe tanti problemi l’anno scorso – indicativo passato remoto di avere.

Il termine “verbo ausiliare” deriva dal latino verbum auxialiare (auxilium “aiuto” + –āris) e viene utilizzato in combinazione, appunto, per aiutare/ausiliare nella formazione dei tempi composti, come il passato prossimo, il trapassato prossimo, il congiuntivo passato, ecc.:

Ieri ho comprato un libro – indicativo passato prossimo di comprare (ausiliare avere);

Lara era andata all’università – indicativo trapassato prossimo di andare (ausiliare essere);

Spero che tu abbia preso la decisione giusta congiuntivo passato di prendere (ausiliare avere).

Osservazioni:

A) Il verbo essere, quando usato con un nome o con un aggettivo, ha valore copulativo, cioè che congiunge o serve a congiungere:

La bambina è brasiliana.

Francesco è il più alto della classe.

B) Il verbo “avere” ha anche significato di “possedere“:

Francesca ha tanti francobolli da collezione. 

Noi abbiamo parecchi amici.

Inoltre, lo possiamo adoperare in alcune locuzioni che esprimono uno stato fisico o emotivo:

Ho fame, ho sete, ho paura, ecc.

Spero che abbiate capito l’importanza dei verbi essere e avere, poiché li vedrete molto spesso d’ora in poi.

Arrivederci e buono studio!

Claudia V. Lopes

Leggete anche il post sulla transitività verbale.

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti e con il “mi piace”. 

Pubblicato da Claudia Lopes

Cláudia Valéria Lopes è nata a Rio de Janeiro, Brasile. Nel 2001 si laureò in Lingue straniere (portoghese e italiano) presso l’UFRJ – Universidade Federal do Rio de Janeiro. È traduttrice e insegnante di portoghese e italiano. Ha vissuto in Italia per sette anni, periodo in cui ha potuto approfondire le sue conoscenze della lingua italiana e dare continuità ai suoi studi. Ha lavorato per due anni come lettrice di lingua portoghese (norma brasiliana ed europea) presso l’Università degli Studi di Bari. Dal 2009 vive in Svizzera, dove lavora nel campo dell’e-learning, traduttrice (le sue lingue di lavoro sono: portoghese, italiano, inglese e tedesco) e insegnante di portoghese e italiano. Claudia è amministratrice e redattrice del Blog, della pagina Facebook di Affresco della Lingua Italiana e del canale Youtube.

5 pensieri riguardo “I verbi ausiliari “essere” e “avere”

  1. Fico muito feliz de receber em meu e mail esses post , sempre fico aguardando mais pois através deles estou aprendendo muito e passando para meus amigos oque aprendo. muito obrigado .

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: