Ditelo in italiano!

bandiera_1

Ciao a tutti!

Oggi incominceremo un percorso linguistico e lessicale molto interessante e molto attuale, poiché tratta degli anglicismi – presenti soprattutto in rete -, che compromettono l’integrità della lingua italiana e non solo. Vorrei precisare che non sono un’adepta del purismo: i neologismi o prestiti linguistici di necessità sono necessari e ben accettati, laddove non si riscontrino dei termini convincenti per definire un fenomeno nuovo in una determinata lingua.

I termini di oggi cominciano con la A:

Abstract breve sunto del contenuto di un libro o di un articolo scientifico, anche in una lingua diversa da quella dell’originale. Secondo me, l’uso del termine inglese è inammissibile, considerando che esistono due termini a disposizione in italiano “riassunto” e “sintesi“.

All inclusive = nella lingua italiana, esiste “tutto compreso“, che non lascia nulla a desiderare al suo equivalente inglese.

Anti-aging = personalmente lo trovo orribile! In Italiano, riscontriamo “anti-invecchiamento” e “anti-età“, che in cosmetica indica prodotto o trattamento che combatte o attenua i segni dell’invecchiamento.

Austerity = In italiano, troviamo “austerità“, termine dell’economia che indica la politica di severo contenimento della spesa pubblica e dei consumi privati, attuata per arginare una crisi economica o per frenare l’inflazione monetaria: imporre un regime di austeritàseguire una linea di austerità.clima di austerità. Quindi, l’uso del termine inglese è inaccettabile!

Antitrust termine dell’economia che stabilisce lo scopo di garantire la libera concorrenza, combattendo i monopoli e le coalizioni tra imprese: provvedimenti antitrust, legge. In questo caso non esiste un termine corrispondente in italiano, quindi l’uso del termine inglese è accettabile.

Authority = in italiano esiste “autorità“, quindi l’uso del termine in inglese è più che inaccettabile!

Account = usato nell’ambito dell’internet, è accettabile e preferibile, anche se in italiano la traduzione sarebbe “conto“, adoperato, soprattutto, nel settore bancario.

Arrivederci e buono studio!

Claudia Valeria Lopes

Se l’articolo vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti!

Pubblicato da Claudia Lopes

Mi chiamo Cláudia Valéria Lopes sono nata a Rio de Janeiro, Brasile. Nel 2001 mi laureai in Lingue Straniere (portoghese e italiano) presso l’UFRJ – Universidade Federal do Rio de Janeiro. Sono traduttrice e insegnante di portoghese e italiano. Ho vissuto in Italia per sette anni, periodo in cui ho potuto approfondire le mie conoscenze della lingua italiana e dare continuità ai miei studi. Ho lavorato per due anni come lettrice di lingua portoghese (norma brasiliana ed europea) presso l’Università degli Studi di Bari. Dal 2009 vivo a Zurigo, dove lavoro come traduttrice e insegnante di lingua portoghese e italiana.

4 pensieri riguardo “Ditelo in italiano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: