Cosa sono le filastrocche?


Le filastrocche venivano usate nel passato per tramandare tradizioni o contro le maldicenze. Tuttavia, è stata riadattata e oggi è perlopiù usata per far addormentare o divertire i bambini.


Cari lettori,

Conoscete qualche filastrocca italiana? Come si chiama nella vostra lingua madre? In portoghese (la mia lingua madre) si chiama “cantigas de roda“. Questo tipo di componimento breve e con ripetizione di sillabe e parole è costituito da un linguaggio molto semplice e ritmato. È, normalmente, la prima forma poetica che i bambini imparano, soprattutto, dalla mamma. Infatti, le filastrocche rappresentano il primo approccio alle parole e alla musica dalla parte dei più piccoli.

Immagine Canva

Il ritmo delle filastrocche è rapido e molto cadenzato con rime, assonanze e allitterazioni. Il vocabolo “assonanza” viene da assonare, cioè “avere un suono simile”, ed è un fenomeno legato alla metrica, “che consiste nella parziale identità di suoni di due o più versi. L’allitterazione è una figura di parola, usata perlopiù in poesia, che consiste nella ripetizione, spontanea o ricercata (per finalità stilistiche o come aiuto mnemonico), di un suono o di una serie di suoni, acusticamente uguali o simili. (Wikipedia)

Siccome siamo ancora in ritmo di feste natalizie e di capodanno, vi propongo alcune filastrocche che potete usare con i vostri bambini o con i vostri alunni, nonché per potenziare il vostro italiano!

L’albero dei poveri di Gianni Rodari

Photo by Jill Wellington on Pexels.com

Filastrocca di Natale,
la neve è bianca come il sale,
la neve è fredda, la notte è nera
ma per i bambini è primavera:
soltanto per loro, ai piedi del letto
è fiorito un alberetto.
Che strani fiori, che frutti buoni,
oggi sull’albero dei doni:
bambole d’oro, treni di latta,
orsi dal pelo come d’ovatta,
e in cima, proprio sul ramo più alto,
un cavallo che spicca il salto.
Quasi lo tocco… Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato:
nella mia casa, accanto al mio letto
non è fiorito l’alberetto.
Ci sono soltanto i fiori del gelo
sui vetri che mi nascondono il cielo.
L’albero dei poveri sui vetri è fiorito:
io lo cancello con un dito.

Filastrocca di Natale per i più piccini di Giuseppe Bordi

Photo by Any Lane on Pexels.com

Filastrocca di Natale
faccio un albero speciale
con palline e caramelle
con la polvere di stelle.

Faccio un albero a colori
che rallegri tutti i cuori
e poi scrivo tra i regali
“Siamo tutti quanti uguali”.

Anno nuovo di Gianni Rodari

“Indovinami, Indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?”.
“Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un Carnevale e un Ferragosto
e il giorno dopo del lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno!”.

L’Anno nuovo (Anno vecchio – Anno nuovo) di Angiolo Silvio Novaro

L’anno vecchio se ne va, e mai più ritornerà,
io gli ho dato una valigia di capricci e impertinenze,
di lezioni fatte male, di bugie e disubbidienze,
e gli ho detto: “Porta via! questa è tutta roba mia”.

Anno nuovo, avanti avanti,
ti fan festa tutti quanti,
tu la gioia e la salute porta ai cari genitori,
ai parenti ed agli amici rendi lieti tutti i cuori,
d’esser buono ti prometto, anno nuovo benedetto.

Claudia V. Lopes

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti e con un “mi piace”!

Pubblicato da Cláudia Valéria Lopes

Cláudia Valéria Lopes è nata a Rio de Janeiro, Brasile. Nel 2001 si laureò in Lingue straniere (portoghese e italiano) presso l’UFRJ – Universidade Federal do Rio de Janeiro. È traduttrice e insegnante di portoghese e italiano. Ha vissuto in Italia per sette anni, periodo in cui ha potuto approfondire le sue conoscenze della lingua italiana e dare continuità ai suoi studi. Ha lavorato per due anni come lettrice di lingua portoghese (norma brasiliana ed europea) presso l’Università degli Studi di Bari. Dal 2009 vive in Svizzera, dove lavora nel campo dell’e-learning, traduttrice (le sue lingue di lavoro sono: portoghese, italiano, inglese e tedesco) e insegnante di portoghese e italiano. Claudia è fondatrice, amministratrice e redattrice del Blog, della pagina Facebook di Affresco della Lingua Italiana e del canale Youtube. Nel 2021 ha conseguito un master in Didattica della Lingua Italiana come lingua seconda presso l'università E-Campus.

9 pensieri riguardo “Cosa sono le filastrocche?

  1. mi sono sbagliata:filastrocca,una sola F.Chiedo venia.

    Le dim. 26 déc. 2021 à 16:25, Marguerite le bourhis a écrit :

    > bellissima la tua fillastrocca!Grazie di cuore e tanti auguri a te!🤗 > > Le dim. 26 déc. 2021 à 10:33, Affresco della Lingua Italiana <

    Piace a 1 persona

Rispondi a Cláudia Valéria Lopes Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: