Buon Ferragosto a tutti!

L’Italia, come si sa, è ricca di tradizioni, soprattutto quelle legate alle festività estive. Una delle più famose è, senza dubbio, il Ferragosto – festeggiato il 15 agosto -, punto di partenza alle tanto sognate vacanze degli italiani.

Questa festività è stata istituita dall’imperatore Augusto nel 18 a.C., unendosi alle già esistenti e antiche celebrazioni del mese di agosto come la Vinalia Rustica e la Consualia, in cui veniva celebrato il dio Conso, una delle più antiche divinità agrarie romane. In quell’occasione, si commemoravano anche la vendemmia e la chiusura dei principali lavori agricoli con grandi banchetti, musica e mercati. Durante i festeggiamenti, in tutto l’Impero, i cavalli e gli animali da soma come buoi, asini, muli e cavalli erano usati per le gare.

È importante sottolineare che molte di queste tradizioni, assimilate dal cristianesimo, durano fino ai giorni nostri praticamente invariate, ad esempio il Palio dell’Assunta, tenutosi a Siena il 16 agosto. Il termine palio (dal latino pallium) non era altro che il mantello offerto come premio ai vincitori delle gare ippiche che si svolgevano nella Roma Antica. Inoltre, era consuetudine che, a quel tempo, i contadini rendessero omaggio ai signori e ai proprietari di terra, ricevendo in cambio un premio in denaro (la mancia), tradizione radicatasi nel Rinascimento e assimilata dalla Chiesa Cattolica. In realtà, trattasi di una festa pagana che si tornò cattolica nel V secolo circa, periodo in cui si cominciò a celebrare l’Assunzione di Maria in Cielo. Secondo questa tradizione, “Maria, la madre di Gesù, terminato il corso della vita terrena, fu trasferita in Paradiso, sia con l’anima che con il corpo, cioè fu assunta, accolta in cielo”.

Palio di Siena

Ai giorni d’oggi, il Ferragosto, per la maggior parte degli italiani, non è altro che un giorno di vacanza. Infatti, quasi la metà degli italiani sceglierà di muoversi per trascorrere questo giorno di festa a casa di parenti o amici, al mare, in campagna o in montagna.

L’anguria non può mancare nelle scampagnate di Ferragosto!

Di solito, le famiglie e gli amici si riuniscono per fare una bella scampagnata in cui non può mancare l’anguria! Molti giovani, e anche gli adulti, preferiscono festeggiare al mare, organizzandosi già il giorno prima per fare un falò (anche se è ormai vietato) sulla spiaggia, con tanta musica, danza, prelibatezze e bevande. Spesso la festa finisce all’alba del 15 agosto.

Buon Ferragosto a tutti!

Claudia Valeria Lopes

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti!

Tutti al mare con Affresco!

Ciao, ragazzi!

L’estate sta arrivando e dobbiamo attrezzarci per andare al mare, ma anche imparare alcune paroline ed espressioni utili che gli italiani usano spesso quando la temperatura comincia a salire. Infatti, il caldo in Italia può essere davvero rovente, con temperature che arrivano oltre i 30 grandi (a volte sfiorano anche i 40!) e clima molto secco, afoso e con molta umidità, a seconda della regione in cui ci troviamo o dal vento che soffia.

Alcune espressioni che usiamo quando fa molto caldo:
– fa un caldo che si scoppia!
– fa un caldo asfissiante/soffocante!
– si boccheggia come pesci!
– si muore dal caldo!
– che afa!
– oggi non si respira!

Espressioni per quanto riguarda l’abbronzatura o …la scottatura:

a) Prendere la tintarella – abbronzarsi, assumere un colore di pelle più scuro; si può dire anche “prendere il sole”.

b) Prendere un’insolazione – questo succede quando restiamo troppo tempo al sole, senza l’adeguata protezione solare, il che ci può provocare scottature, ma anche mal di testa, febbre o nausea. Quindi, attenzione!

Estate
Prendere la tintarella (il sole)

Allora, se avete prenotato una settimana di relax al mare, dovete assolutamente fare una lista delle cose da portare! Ecco degli oggetti più utili ed essenziali da mettere in valigia:

– protezione solare

– foulard o bandana, che sono indispensabili al mare

– cappello 

– costume da bagno

– le giuste scarpe, sandali, flip-flop

– magliette a mezza manica, canottiere

– asciugamani, stuoia da mare, telo da mare

– occhiali da sole

Se andate in vacanza con la macchina, portate anche l'ombrellone e la sedia a sdraio, perché costa veramente troppo se li affittate sulla spiaggia.

estate Affresco
Affresco della Lingua Italiana

Cosa facciamo al mare?

– prendiamo il sole

– ci abbronziamo

– ci rilassiamo

 – facciamo il bagno

– nuotiamo

– ci sdraiamo sulla sabbia o sul lettino

– ci tuffiamo 

– giochiamo a carta

– giochiamo a bocce

– leggiamo un bel libro

Che cos’altro possiamo fare al mare?

Arrivederci e buono studio!

Claudia V. Lopes 

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti!