L’ortografia della lingua italiana: SCE e SCI

ortografia italiano

Ciao a tutti!

Nel nostro post precedente abbiamo studiato le parole che fanno il plurale in ge e gie. Avete già notato che siamo praticamente arrivati alla fine delle questioni ortografiche più importanti della lingua italiana?

L’uso di sce e sci suscita non pochi dubbi negli studenti italiani e stranieri, poiché in quasi tutte le parole scritte con la combinazione scie la i” non viene pronunciata, come vedremo di seguito:

  • Si usa sempre sce: scena, scende, nascente, discente, appariscente, ecc.

Fanno eccezione le parole:

  • scienza, scienziato, scientifico, scientificamente, ecc.
  • coscienza, cosciente, coscientemente, coscienzioso, incoscienza, ecc.

Oss.:  nell’italiano odierno la “i” delle parole scienza e coscienza e dei suoi derivati non viene pronunciata: [šènza] e [koššènza]

  • usciere – s.m. (anche con riferimento a donna; meno diffuso il f.usciera)
    impiegato che ha il compito di dare informazioni al pubblico, di accompagnare ai vari uffici e di annunciare i visitatori, di sbrigare servizi vari: u. del municipio.

Oss: nell’italiano odierno la “i” della parola usciere non viene pronunciata [uššère]

  • scie [scìe] – plurale di scia.

Se avete dei dubbi riguardo alla pronuncia delle parole, potete sempre consultare il DOP – dizionario italiano multimediale d’Ortografia e di Pronunzia disponibile in rete.

Arrivederci e buono studio!

Claudia Valeria Lopes

Se i post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti!