Futuro semplice: formazione e uso – Video lezione

Ciao ragazzi, come state?

Oggi parliamo di futuro semplice, della sua formazione e del suo uso.

In italiano, così come accade anche in diverse altre lingue neolatine, il futuro deriva dall’

  INFINITO del verbo  
  + 
  le FORME RIDOTTE del latino volgare del verbo HABEO (avere) 

Ecco gli esempi relativi alle TRE CONIUGAZIONI italiane:

I coniugazione -ARE

AMAR(E) + *AO >  amarò >  amerò 
AMAR(E) + *AS >  amarai >  amerai 
AMAR(E) + *AT >  amarà >  amerà 
AMAR(E) + *(AB)ĒMUS >  amaremo >  ameremo 
AMAR(E) + *(AB)ĒTIS >  amarete >  amerete 
AMAR(E) + *A(BĒ)NT >  amaranno >  ameranno 

II coniugazione -ERE

COGNŌSCER(E) + *AO >  conoscerò 
COGNŌSCER(E) + *AS >  conoscerai 
COGNŌSCER(E) + *AT >  conoscerà 
COGNŌSCER(E) + *(AB)ĒMUS >  conosceremo 
COGNŌSCER(E) + *(AB)ĒTIS >  conoscerete 
COGNŌSCER(E) + *A(BĒ)NT >  conosceranno 

III coniugazione -IRE

PARTĪR(E) + *AO >  partirò 
PARTĪR(E) + *AS >  partirai 
PARTĪR(E) + *AT >  partirà 
PARTĪR(E) + *(AB)ĒMUS >  partiremo 
PARTĪR(E) + *(AB)ĒTIS >  partirete 
PARTĪR(E) + *A(BĒ)NT >  partiranno 

Ecco il video sull’argomento!

 

Fateci sapere se l’idea vi piace!

Attendiamo vostri suggerimenti per nuovi argomenti da affrontare in video!

Un grande abbraccio e alla prossima!

Emma De Luca

Bibliografia:

  • Bruno MIGLIORINI, Storia della lingua italiana, Bompiani, Milano, 2004, pp. 26-27, 70-71, 132, 149, 200-201, 209, 264, 426.
  • Giuseppe PATOTA, Nuovi lineamenti di grammatica storica dell’italiano, Il Mulino, Bologna, 2002, pp. 164-165.
  • Marcello SENSINI, Le forme della lingua, parole, regole e testi, la grammatica e la scrittura, A. Mondadori Scuola, Milano, 2010, p. 210.
  • Luca SERIANNI, Grammatica italiana, italiano comune e lingua letteraria, UTET, Tornino, 2016, pp. 395, 474-475.

Sul verbo “spicciare”

Spicciare

Ciao a tutti!

Dalla serie “non si finisce mai di imparare”, oggi vi propongo un verbo che credevo fosse adoperato soltanto a livello regionale (o dialettale, soprattutto in Sud Italia). Si tratta del verbo spicciare che può essere transitivo ed indicare:

sbrigare, fare in fretta qualcosa: vorrei spicciare le faccende domestiche in mattinata; Carlo, hai già spicciato il lavoro?

disimpegnare, sbrigare qualcuno da un’attesa e sim. – aiutami, per favore, a sbrigare tutti i clienti?

moneta, cambiarla in pezzi di taglio minore, renderla spicciola: mi scusi, mi potrebbe spicciare 50 dollari?

– (toscanismo) sgombrare, riordinare, rassettare: spiccio la casa e vado a fare la spessa.

spicciare è anche intransitivo pronominale e indica sbrigarsi, fare in frettaaffrettarsi: spicciamoci a correre a casa! Fra poco inizierà a piovere.

Con uso popolare significa "spicciarsela", "disimpegnarsi di una cosa": - Hai finito il riassunto per domani? - Ancora no. Me lo devo spicciare subito!
Mi raccomando: imparate ad usare il vocabolario monolingue (cioè, solo in italiano), sono sicura che, in poco tempo, migliorerete le vostre prestazioni linguistiche.
Arrivederci e buono studio!
Claudia V. Lopes
Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti!