Buon Natale a tutti!

buon natale.jpgCiao a tutti!

Ormai siamo alla vigilia di Natale e vorrei auguravi che lo passiate serenamente e in famiglia.

Il Natale non è soltanto una festa cristiana che celebra la nascita di Gesù, detta anche “Natività”; per la maggior parte delle Chiese cristiane occidentali e greco-ortodosse cade il 25 dicembre. Le Chiese ortodosse orientali, ortodosse-slave e copte lo festeggiano il 6 e il 7 gennaio rispettivamente, poiché seguono il calendario giuliano.

Che lo spirito natalizio possa fiorire dentro ognuno di voi, che il suo significato vada oltre allo scambio di regali e alle luci che illuminano le città e le nostre case.

Buon Natale a tutti voi ♥♥♥

Immagine: Lorenzo Lotto – La Natività

Claudia V. Lopes

 

Gli struffoli napoletani

struffoli napoletani

Il Natale è ormai alle porte! Le festività di fine anno rappresentano un periodo magico e speciale per stare insieme e, perché no … preparare dei meravigliosi dolcetti tipici della tradizione natalizia come gli struffoli napoletani.

L’etimologia del vocabolo “struffolo“, cioè la singola pallina che compone il dolce, è del tutto incerta, così come lo è la sua origine, come vedremo in seguito. Secondo gli storici, deriverebbe dal greco, precisamente dalla parola στρόγγυλος (stróngylos, pron. “strongoulos” o “stroggulos“), in poche parole “di forma tondeggiante”.

Sembra, però, che gli struffoli siano stati portati dai greci, ai tempi della Magna Grecia, e non inventati dai napoletani. La prova di questa teoria, secondo alcuni storici, è che nella cucina greca ancora oggi esiste una preparazione molto simile che si chiama  loukoumades (λουκουμάδες): frittelle dolci di derivazione turca.

loukoumades

Un’altra possibile ipotesi riguardo all’origine degli struffoli è che siano nati in Spagna. Infatti, esiste nella cucina andalusa un dolce molto simile chiamato piñonate, che hanno una forma più allungata rispetto al dolce napoletano. La parentela tra questi due dolci tradizionali potrebbe risalire al periodo di vicereame spagnolo a Napoli, che durò dal XIV al XIX secolo.

piñonate

Se volete cimentarvi in cucina a Natale, potete prepare questo meraviglioso dolce seguendo la ricetta proposta da Giallo Zafferano.
Buon lavoro!

Fateci sapere quali sono i dolci natalizi tipici che preparate nel vostro paese.

Arrivederci e buono studio!

Claudia Valeria Lopes

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti!

Vacanze di Natale e Capodanno 2016

cartolina-natale

Cari amici e care amiche,

Avrei voluto registrare un video per darvi gli auguri di Natale e Capodanno, ma la mia voce non si è ancora stabilizzata dopo la bruttissima influenza, ma sto molto meglio!

Prima di tutto, vorrei ringraziarvi per la vostra compagnia in tutti questi mesi, è stata veramente molto importante per me e per la nostra pagina: Affresco della Lingua Italiana è ormai una realtà, e lo è anche grazie a voi.

L’anno prossimo ci saranno dei cambiamenti in base alle vostre richieste e suggerimenti, quindi se ne avete altri ancora, lasciateli nei commenti. Adesso, però, dovrei fare un po’ di pausa, poiché le Feste sono ormai alle porte.

So che professate religioni diverse, ma vorrei che il Natale fosse per ognuno di voi sinonimo di nascita, di rinascita e di vita.

Vi lascio questo bellissimo video di Natale, spero che vi piaccia 🙂

Una curiosità: i cattolici, i protestanti e gli ortodossi festeggiano il Natale il 25 dicembre. Invece, per le chiese ortodosse orientali la data sarebbe il 6 gennaio (il 7 per gli ortodossi che seguono il calendario giuliano). La chiesa armena apostolica di Gerusalemme, che segue il calendario giuliano, lo festeggia il 19 gennaio.

Il blog Affresco della Lingua Italiana riprenderà le sue normali attività dopo il 9 gennaio.

Vi abbraccio forte, a presto!

Claudia Valeria Lopes