Magari o forse?

Ciao a tutti! Pochi giorni fa, su un forum di lingua italiana, ho letto una domanda di uno studente che chiedeva chiarimenti sugli usi di magari e forse, e mi sono subito ricordata che anch’io, all’inizio dei miei studi d’italiano, avevo tanti dubbi nel momento di usarli. Mi capitava spesso di usare l’uno al postoContinua a leggere “Magari o forse?”

Che cosa hai capito? Non ho capito un cavolo!

  Ciao a tutti! Il post di oggi tratta di alcuni elementi ed espressioni che servono a intensificare il nostro grado d’intendimento rispetto a quello che ci è stato detto o riferito. Naturalmente, tutti gli studenti di lingua italiana sanno il significato del verbo capire e la sua rispettiva traduzione nelle loro lingue materne (nelContinua a leggere “Che cosa hai capito? Non ho capito un cavolo!”

Si scrive famigliare o familiare?

Ciao ragazzi! Oggi parleremo di un dubbio che può capitare sia agli stranieri sia agli italiani: si scrive famigliare o familiare?. La forma più comune nella lingua italiana è “FAMILIARE” senza la G. L’aggettivo, infatti, deriva dal latino familiaris [derivato da familia «famiglia»]. La forma famigliare , come avrete notato, è più fedele al vocaboloContinua a leggere “Si scrive famigliare o familiare?”

Scena di vita quotidiana – All’aeroporto

Ciao a tutti! Nel nostro post precedente abbiamo visto che cosa dobbiamo fare se ci troviamo al bar, come ci rivolgiamo al barista o alla cassiera, che cosa possiamo chiedere. Oggi impareremo dei vocaboli e dei termini che usiamo quando dobbiamo viaggiare in aereo, come la carta d’imbarco, il passaporto, ecc. Siete pronti alla partenza?Continua a leggere “Scena di vita quotidiana – All’aeroporto”

Scena di vita quotidiana – Al bar

Ciao ragazzi! Nel nostro post precedente abbiamo visto che cosa dobbiamo fare se ci troviamo in una stazione ferroviaria e vogliamo comprare un biglietto per andare in un’altra città. Oggi impareremo a chiedere qualcosa da mangiare e da bere al bar, magari per il viaggio stesso. I bar in Italia sono molto frequentati durante tuttoContinua a leggere “Scena di vita quotidiana – Al bar”

Scena di vita quotidiana – alla stazione

Ciao a tutti! Immaginate di essere in Italia, in una stazione. Dovete prendere il treno per andare in un’altra città, perciò è necessario chiedere informazioni e comprare il biglietto. Riuscite a creare un piccolo dialogo con queste indicazioni? Eccone un esempio! Alla stazione Anna – Buongiorno. Bigliettaio – Buongiorno, mi dica. Anna – Vorrei prenotare unContinua a leggere “Scena di vita quotidiana – alla stazione”

Verbo “fare”: il jolly della lingua italiana

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi parleremo dell’uso eccessivo che si fa del verbo “fare” sia nel parlato sia nello scritto. La lingua italiana s’impoverisce ogni giorno che passa, poiché viene usato un numero illimitato di vocaboli ai danni di tanti altri che servirebbero ad arricchire il nostro vocabolario sia degli italiani sia degliContinua a leggere “Verbo “fare”: il jolly della lingua italiana”

Poesia in lingua italiana: “Nulla due volte”, di Wislawa Szymborska

Ciao a tutti! La poesia, come sappiamo, ha le sue proprie regole e i suoi ricchissimi mezzi espressivi, che possono essere impiegati per dare forma alle nostre emozioni e stati d’animo, ma anche per esprimere i nostri pensieri e riflessioni sulla vita. La poetessa polacca Wislawa Szymborska ha messo in pratica tutti questi fattori nello scrivere laContinua a leggere “Poesia in lingua italiana: “Nulla due volte”, di Wislawa Szymborska”

Il sistema verbale della lingua italiana: il modo

Cari amici e care amiche, Oggi studieremo un po’ della struttura del  verbo che, come saprete, ha un organico e complesso sistema di forme usate per esprimere il modo, il tempo, la persona, il numero, l’aspetto (puntuale, durativo, iterativo, ecc.), la diatesi (attiva o passiva), conosciute come “coniugazione”. Il modo Il modo è la categoria dellaContinua a leggere “Il sistema verbale della lingua italiana: il modo”

L’antilingua di Italo Calvino

Ciao, ragazzi! Vorrei condividere con voi questo bellissimo articolo di Italo Calvino (uno dei miei scrittori italiani preferiti), pubblicato nel 1965 sul quotidiano “Il Giorno”, in cui parla dell’antilingua, cioè di un italiano surreale che avrebbe contagiato la lingua italiana quotidiana, la cui sostanza è semplice e chiara. Nonostante siano passati più di 20 anni, leContinua a leggere “L’antilingua di Italo Calvino”