Il vocabolo “oltre” come avverbio

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi, impareremo alcuni usi del vocabolo oltre come avverbio, che significa più là (o più qua) di un certo limite spaziale, temporale o ideale; più avanti e può essere adoperato: a) Con i verbi di moto “andare, passare, proseguire, ecc.”: – È necessario andare oltre i pregiudizi; – Andando oltre nellaContinua a leggere “Il vocabolo “oltre” come avverbio”

Esercizi su “mi piace e mi piacciono”

  Ciao, ragazzi! Oggi vi propongo degli esercizi molto semplici che riguardano la costruzione “mi piace e mi piacciono“, per cui vi chiederei di leggere il post precedente prima di farli. Buon lavoro! P.S.: Le risposte si trovano alla fine del post. 1) Completate le frasi con i pronomi personali indiretti atoni e con la costruzione “mi piace e mi piacciono“,Continua a leggere “Esercizi su “mi piace e mi piacciono””

mi piace o mi piacciono?

Ciao, ragazzi! Mi sono resa conto, dai vostri commenti, che molti di voi hanno problemi con la costruzione “mi piace/mi piacciono“, e vi devo confessare che anch’io ne avevo tanti all’inizio dei miei studi di italiano. A mio vedere, avete soltanto bisogno di riflettere su alcuni punti e, naturalmente, di un po’ di pratica eContinua a leggere “mi piace o mi piacciono?”

Ormai o adesso?

  Ciao ragazzi! Il nostro post di oggi tratta degli avverbi adesso e ormai (oramai), ambedue usati in situazioni molto distinte e specifiche, anche se possiamo usare l’uno al posto dell’altro. Infatti, a volte, stabiliscono un rapporto sinonimico quasi perfetto. Per scrivere questo post, ho dovuto fare una piccola ricerca su alcuni vocabolari, esattamente come ho fatto quandoContinua a leggere “Ormai o adesso?”

La particella “ne” – prima puntata

Ciao a tutti!  Dopo le due puntate sulla particella “ci”, credo che sia il momento di presentarvi la particella “ne”, anche se tanti di voi già la conoscono. So che tratteremo di uno dei punti più complessi della grammatica (insieme a ci) secondo la maggior parte degli stranieri che studia, appunto, la lingua italiana. Tuttavia nonContinua a leggere “La particella “ne” – prima puntata”

Magari o forse?

Pochi giorni fa, su un forum di lingua italiana, ho letto una domanda di uno studente che chiedeva chiarimenti sugli usi di magari e forse, e mi sono subito ricordata che anch’io, all’inizio dei miei studi d’italiano, avevo tanti dubbi nel momento di usarli. Mi capitava spesso di usare l’uno al posto dell’altro, anche se,Continua a leggere “Magari o forse?”

Scena di vita quotidiana – All’aeroporto

Ciao a tutti! Nel nostro post precedente abbiamo visto che cosa dobbiamo fare se ci troviamo al bar, come ci rivolgiamo al barista o alla cassiera, che cosa possiamo chiedere. Oggi impareremo dei vocaboli e dei termini che usiamo quando dobbiamo viaggiare in aereo, come la carta d’imbarco, il passaporto, ecc. Siete pronti alla partenza?Continua a leggere “Scena di vita quotidiana – All’aeroporto”

Il sostantivo in italiano

Al mercato delle pulci (Mercato delle pulci – Milano – crediti: WEB) Scusi, questo che cos’è? È una radio, signora! Ah! E questo? Una clessidra. Lei ha cose antiche molto belle nella sua bancarella, ma adesso ho un po’ di fretta. Ritornerò più tardi, spero di ritrovarla. Sarò qui fino alle 15:30. Il sostantivo (o il nome), è laContinua a leggere “Il sostantivo in italiano”

As preposições simples e contraídas do italiano

– Anna arriva in aereo? – No, arriva in treno. – A che ora? – Alle tre. – Quindi tra cinque ore. – Dov’è il mio libro di matematica? – Sulla tua scrivania. – Non lo vedo! – Forse è sotto gli altri libri. – L’ho trovato, era sullo scaffale. Como perceberam nos pequenos diálogos, as preposições são amplamente usadas no italiano, assim como em qualquer língua estrangeira. NãoContinua a leggere “As preposições simples e contraídas do italiano”

“A parte” ou “Apparte”: qual é a forma correta em italiano?

Talvez essa seja uma das dúvidas mais comuns na língua italiana, assim como o é em português: escrevemos “a parte” ou “apparte“? Nós também temos a locução “à parte”, erroneamente escrita, por muitos falantes de língua portuguesa, “aparte”, que existe e é um substantivo (aparte) ou um verbo (apartar) de múltipla transitividade (ex.: que eu/você/ele aparte).Continua a leggere ““A parte” ou “Apparte”: qual é a forma correta em italiano?”