Alcune espressioni e locuzioni con il vocabolo “medico”

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi parleremo del vocabolo “medico”, che deriva dal latino medĭcu(m), deriv. di medēri, cioè “curare, soccorrere”, ma anche di alcune locuzioni ed espressioni in cui esso viene usato. Un medico è la persona che professa la medicina dopo aver conseguito il titolo accademico e l’abilitazione all’esercizio della professione, quindi farà il medico ed anche parte dell’albo/ordine dei medici.  Il peggiorativo di medico è medicuccio, mediconzolo, medicaccio, ecc.. Tra l’altro, il vocabolo medico puòContinua a leggere “Alcune espressioni e locuzioni con il vocabolo “medico””

La punteggiatura della lingua italiana

Ciao a tutti! Oggi cominceremo un percorso di grande importanza nella lingua italiana: la punteggiatura, ossia un sistema di segni che serve a riprodurre graficamente, nella lingua scritta, le pause, le interruzioni, gli stati d’animo tipici della lingua parlata. Tuttavia l’uso della punteggiatura varia molto da una lingua all’altra è viene definito dall’insieme di regoleContinua a leggere “La punteggiatura della lingua italiana”

Le pulizie di casa!

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi, parleremo delle pulizie di casa che da millenni sono un obbligo quasi tutto al femminile. Comunque non ho intenzione di essere polemica ma didattica! Dunque, oggi imparerete delle nuove paroline ed espressioni che potete (uomini e donne) usare nell’ambiente domestico nel momento di pulire la vostra casa. Siete pronti/e? Prima o poiContinua a leggere “Le pulizie di casa!”

Là o lì – qual è la differenza?

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi tratteremo di un argomento che suscita dei dubbi agli studenti non italofoni: là e lì. Di primo acchito, ci viene spontaneo dire che entrambi sono sinonimi perfetti, ma la differenza c’è, anche se sottilissima. Nel complesso, là e lì significano “in quel luogo“, dunque cerchiamo di capire queste piccole sfumature secondo alcuni dizionari della lingua italiana: LàContinua a leggere “Là o lì – qual è la differenza?”

Buon Ferragosto a tutti!

L’Italia, come si sa, è ricca di tradizioni, soprattutto quelle legate alle festività estive. Una delle più famose è, senza dubbio, il Ferragosto – festeggiato il 15 agosto -, punto di partenza alle tanto sognate vacanze degli italiani. Questa festività è stata istituita dall’imperatore Augusto nel 18 a.C., unendosi alle già esistenti e antiche celebrazioniContinua a leggere “Buon Ferragosto a tutti!”

CHIUSO PER VACANZE

Cari amici e amiche, Come sapete, questo è il periodo delle vacanze scolastiche ed estive in Europa, e fra non molto si parte, in tanti lo hanno già fatto: parto domani sera per il Brasile, il mio paese d’origine. Vorrei ringraziarvi della vostra preziosa compagnia in questi mesi, ma, soprattutto, del sostegno e della fiducia cheContinua a leggere “CHIUSO PER VACANZE”

La nascita della letteratura volgare in Italia – I poeti della Scuola Siciliana

Cari lettori e care lettrici, Questo sarà il nostro secondo post dedicato alla nascita della letteratura volgare in Italia. La volta scorsa, abbiamo preso conoscenza de “La carta Capuana“, uno dei primi documenti legali in volgare italiano del 960. Oggi, invece, parleremo dei poeti della Scuola Siciliana appartenenti alla corte di Federico II di Svezia. SpuntiContinua a leggere “La nascita della letteratura volgare in Italia – I poeti della Scuola Siciliana”

Il vocabolo “bello” come aggettivo

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi approfondiremo alcuni usi del vocabolo “bello” con ruolo di aggettivo. Spesso gli studenti stranieri trovano un po’ di difficoltà nell’usare quest’aggettivo. Quindi fate molta attenzione agli esempi! Il vocabolo bello viene dal latino bĕllu(m) ‘carino’, in origine diminutivo di bŏnus ‘buono’, e può significare: 1) Che ha un aspetto gradevole; che piace, cheContinua a leggere “Il vocabolo “bello” come aggettivo”

Alcune particolarità dell’imperfetto indicativo

Ciao a tutti! Qualche tempo fa, vi ho proposto un post sull’imperfetto indicativo in cui sono stati approfonditi alcuni aspetti anche dal punto di vista etimologico. Oggi continueremo a parlare di altre particolarità legate a questo tempo verbale che sembra avere mille facce. Eccone alcune: 1) L’imperfetto storico (o narrativo), che andava particolarmente di modaContinua a leggere “Alcune particolarità dell’imperfetto indicativo”

Cos’è l’apostrofo e a che cosa serve?

Ciao a tutti! Alzi la mano chi non ha mai avuto problemi al momento di usare l’apostrofo (italiani compresi)! Cos’è l’apostrofo e quando lo dobbiamo usare? Nell’ortografia italiana, l’apostrofo (’) viene usato quando occorre l’elisione (dal lat. elidĕre, comp. di ĕx- ‘via da’ e lāedĕre ‘danneggiare’.), cioè, la caduta della vocale atona finale di una parola di fronteContinua a leggere “Cos’è l’apostrofo e a che cosa serve?”