La paura di sbagliare e alcuni stili di apprendimento

Che scagli la prima pietra chi non ha mai avuto quella sensazione di brivido generalizzato nel momento di parlare o rispondere a una domanda fatta, per esempio, nella lingua che si crede di aver studiato bene e di conoscerne tutte le regole ed eccezioni? Cari amici e care amiche, Chi, a un certo punto dellaContinua a leggere “La paura di sbagliare e alcuni stili di apprendimento”

Che battuta!

Ciao a tutti! Il nostro post di oggi (molto differente degli ultimi che ho pubblicato) è sul vocabolo battuta. L’avete mai sentito o usato nei vostri discorsi? Quindi, vediamo insieme in quali contesti viene usato dagli italiani. Siete pronti? La “battuta” può significare: una frase o risposta spiritosa ed efficace – avere la battuta pronta,Continua a leggere “Che battuta!”

San Francesco d’Assisi e il Cantico delle creature

Cari amici e care amiche, Ieri, 4 ottobre, si è festeggiato San Francesco d’Assisi. Sapevate che è lui l’autore de “Il Cantico delle Creature” – conosciuto anche come “Il cantico di Frate sole e Sorella Luna”? Questo bellissimo componimento è considerato la prima poesia scritta in italiano. Il suo autore è Francesco d’Assisi che laContinua a leggere “San Francesco d’Assisi e il Cantico delle creature”

Pietro Bembo e la creazione del canone linguistico-letterario in volgare

Cari amici e care amiche Il nostro viaggio nella lingua italiana continua! Nei post precedenti, abbiamo studiato L’avvento della stampa e la tipografia di Aldo Manuzio e Pietro Bembo e la questione della lingua, nonché la sua importanza nell’Italia letteraria del cinquecento e non solo. Oggi, invece, parleremo del suo ideale di canone linguistico-letterario eContinua a leggere “Pietro Bembo e la creazione del canone linguistico-letterario in volgare”

Pietro Bembo e la questione della lingua

Cari amici e care amiche, Nel nostro post precedente abbiamo studiato l’importanza della stampa per la diffusione del sapere in Europa, nonché il ruolo fondamentale che ebbe il tipografo italiano Aldo Manuzio per quanto riguarda le invenzioni della virgola, del corsivo tipografico e dei segni di interpunzione. Il nostro viaggio nella storia della lingua italianaContinua a leggere “Pietro Bembo e la questione della lingua”

I rumori/suoni preferiti dalla gente

Ciao a tutti! Ieri ho letto un articolo che parlava di quali fossero i 10 suoni/rumori preferiti dalla gente. Ora vorrei sapere quali sarebbero i vostri. Forza, fatevi avanti numerosi! Ecco alcuni dei miei: 1) il suono della pioggia 2) il fruscio del vento fra gli alberi 3) il suono di un pianoforte (soprattutto quandoContinua a leggere “I rumori/suoni preferiti dalla gente”

L’avvento della stampa e la tipografia di Aldo Manuzio

Cari amici e care amiche, Oggi cominceremo un viaggio speciale nella storia della lingua italiana, siete pronti? Uno degli argomenti del corso di Master in didattica della lingua italiana come lingua seconda/L2 che sto seguendo (e quasi finendo!) è “l’avvento della stampa”, che ebbe luogo nella seconda metà del Quattrocento e incise, profondamente, sulla culturaContinua a leggere “L’avvento della stampa e la tipografia di Aldo Manuzio”

Alcune poesie d’autunno

Ciao, ragazzi! L’autunno è arrivato in Europa. Fra qualche settimana le foglie cominceranno a cadere e tutto intorno si tingerà di rosso, giallo e arancio. Dunque, per celebrare l’arrivo della nuova stagione, ho deciso di dedicarvi alcune poesie autunnali, spero che vi piacciano. Se ne conoscete altre, condividetele nei commenti.Quale stagione dell’anno vi piace diContinua a leggere “Alcune poesie d’autunno”

C o CC?

Ciao a tutti! Il nostro post di oggi riguarda l’uso delle consonanti singole e doppie, in specie C e CC. I nostri protagonisti di oggi saranno i verbi giacere, piacere e tacere, poiché spesso vengono coniugati, e di conseguenza pronunciati, in modo errato. A dire il vero, è uno degli errori più comuni commessi non solo dagli stranieri ma anche dagli italiani. In realtà, iContinua a leggere “C o CC?”

Alcune espressioni e locuzioni con il vocabolo “medico”

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi parleremo del vocabolo “medico”, che deriva dal latino medĭcu(m), deriv. di medēri, cioè “curare, soccorrere”, ma anche di alcune locuzioni ed espressioni in cui esso viene usato. Un medico è la persona che professa la medicina dopo aver conseguito il titolo accademico e l’abilitazione all’esercizio della professione, quindi farà il medico ed anche parte dell’albo/ordine dei medici.  Il peggiorativo di medico è medicuccio, mediconzolo, medicaccio, ecc.. Tra l’altro, il vocabolo medico puòContinua a leggere “Alcune espressioni e locuzioni con il vocabolo “medico””