Sull’avverbio di negazione “Non” – prima parte

Ciao a tutti! Oggi studieremo un po’ più da vicino alcuni aspetti dell’avverbio di negazione non, i cui usi sono molto diversi dal cugino no. Prima di tutto, vorrei dirvi che per scrivere quest’articolo ho consultato alcuni dei dizionari cartacei che ho a casa, nonché alcuni dizionari disponibili in rete. Quindi, vi consiglio di fareContinua a leggere “Sull’avverbio di negazione “Non” – prima parte”

Le varie facce dell’aggettivo “bello”

Ciao a tutti! Ho sempre avuto l’impressione che per sapere se uno straniero ha imparato veramente bene la lingua italiana è necessario che riesca a declinare l’aggettivo “bello”, e lo sapete perché? L’aggettivo “bello” ha una declinazione molto speciale, e nonostante sia uno tra i più comuni della lingua italiana – adoperato facilmente da tuttiContinua a leggere “Le varie facce dell’aggettivo “bello””

Video lezione: la particella CI come pronome dimostrativo

Ciao a tutti! Nella nostra video-lezione studieremo un altro aspetto della particella CI come pronome dimostrativo che sostituisce nella frase “a ciò, a questo”, “in ciò, in questo”, “su ciò, su questo”. Quindi, dobbiamo usare la particella “ci” con i verbi retti dalle preposizioni a, su e in, come pensare a, credere in/a, contare su, scommettere su, riuscire a, ecc.: – Amore, hai pensatoContinua a leggere “Video lezione: la particella CI come pronome dimostrativo”

ANCHE e PURE

Ciao, amici! Nel nostro post di oggi studieremo i vocaboli anche e pure con funzione avverbiale. Tanti stranieri fanno un po’ di confusione al momento di usarli, ma sappiate che, in molti casi, possono essere adoperati l’uno al posto dell’altro, cioè come sinonimi. Quindi vediamone alcuni casi: Prima di cominciare: l’avverbio è una parola invariabile cheContinua a leggere “ANCHE e PURE”

Introduzione all’avverbio – prima parte

Ciao a tutti! Sapete che cos’è un avverbio e quando lo dobbiamo usare? L’avverbio (lat. adverbĭum) è una parola invariabile che modifica il significato di un verbo, un aggettivo, un nome, un altro avverbio, un pronome, un’intera frase riguardo al tempo, luogo, quantità, modo, ecc.: Gli avverbi possono modificare: a) un verbo – Antonio nuota benissimo; b) unContinua a leggere “Introduzione all’avverbio – prima parte”

STESSO e MEDESIMO – qual è la differenza?

Ciao a tutti! Nel nostro post di oggi, studieremo più profondamente i vocaboli “stesso” e “medesimo”, che suscitano non pochi dubbi negli studenti stranieri. Credo che sia interessante confrontarli, cosicché possiamo capire quando li possiamo usare come sinonimi (nella maggior parte dei casi) o in modo distinto. STESSO e MEDESIMO come aggettivo a) STESSO e MEDESIMO indicanoContinua a leggere “STESSO e MEDESIMO – qual è la differenza?”

GRAZIE x RINGRAZIARE

Ciao ragazzi! In questo nuovo post cercheremo di approfondire alcuni usi sia del verbo ringraziare sia del sostantivo grazie. Ringraziare è un verbo transitivo, usato per esprimere con parole o con altro segno esteriore il proprio sentimento di gratitudine verso qualcuno, che richiede un oggetto diretto – derivato di “grazie” più il prefisso “rin”[ ioContinua a leggere “GRAZIE x RINGRAZIARE”

La locuzione verbale “Averne abbastanza”

Ciao a tutti! Ecco il nuovo video di Affresco della Lingua Italiana! Questa volta palerò della locuzione verbale “averne abbastanza” che significa non poterne più, essere stufo, stanco, avere abbastanza di qualcuno o qualcosa: 1) Ne ho abbastanza, andiamo via da questo posto. 2) Carlo ed Io litighiamo sempre, ne ho abbastanza (di lui o dellaContinua a leggere “La locuzione verbale “Averne abbastanza””

Fino (sino) e finché – qual è la differenza?

Ciao a tutti! Qualcuno di voi mi ha chiesto di spiegare qual è la differenza tra “finché” e “fino”. Prima di tutto, dovremo capire quale funzione possono svolgere all’interno della frase e se possono essere sinonimi, va bene? 1) Finché è una congiunzione che indica “fino a quando, per tutto il tempo che” ed è usata perContinua a leggere “Fino (sino) e finché – qual è la differenza?”

Qua e qui – qual è la differenza?

Ciao a tutti! Due settimane fa abbiamo studiato gli avverbi  “là” e “lì”. Oggi cercheremo di capire come e quando usare i loro antonimi “qua” e “qui”. Così come “là” e lì”, anche tra i nostri protagonisti di oggi  riscontriamo una sottilissima differenza: “qua” si riferisce a un luogo più indeterminato rispetto a “qui”, anche se spesso sono usatiContinua a leggere “Qua e qui – qual è la differenza?”