Il fenomeno dell’elisione

Forse una delle prime regole fonetiche (e ortografiche) che impariamo quando cominciamo a studiare l’italiano è l’elisione. Ma cos’è esattamente? L’elisione è la caduta della vocale finale atona di una parola davanti alla vocale iniziale della parola seguente. Il fenomeno viene indicato graficamente con l’apostrofo (‘). Di norma, avviene con gli articoli determinativi lo eContinua a leggere “Il fenomeno dell’elisione”

La preposizione “entro”

Nella lingua italiana, ma anche in altre lingue, l’argomento che più mette gli studenti in difficoltà è, senza dubbio, l’uso delle preposizioni. Avete mai sentito o adoperato la preposizione entro? Conoscete il suo significato? La preposizione entro si usa piuttosto con valore temporale, prima di un certo termine o della fine di un dato periodo:Continua a leggere “La preposizione “entro””

I nomi difettivi

Ciao a tutti! Sapete che cosa sono i nomi difettivi? Avete mai avuto problemi, per esempio, con il plurale di paio o uovo? Perché si dice mutande e non mutanda? Il ferro e i ferri hanno lo stesso significato? Allora, fate molta attenzione agli esempi! Non vi dimenticate che i nomi difettivi (cioè mancanti) vengonoContinua a leggere “I nomi difettivi”

La particella ci (vi) – secondo post

Ciao, ragazzi! Nel nostro post precedente, abbiamo visto alcune delle tante sfaccettature che può assumere la piccola particella multiuso “ci”. Se non avete avuto il tempo di leggerlo, vi chiedo gentilmente di farlo, in modo che possiate capire bene il nostro post di oggi. Comunque, facciamo un piccolo ripasso: Ci con valore avverbiale – vai spesso aContinua a leggere “La particella ci (vi) – secondo post”

Alcune espressioni di tempo in italiano

Ciao a tutti! Nel nostro nuovo post impareremo a usare alcune espressioni di tempo in italiano. Quindi, fate attenzione agli esempi! L’altro giorno – si usa per indicare un giorno trascorso da poco, ma che rimane indefinito; si deve usare un tempo passato: Es.: L’altro giorno ho portato i bambini al cinema; l’altro giorno hoContinua a leggere “Alcune espressioni di tempo in italiano”

Pronomi indefiniti “chiunque” e “qualcosa”

Ciao a tutti! Ecco il nostro terzo post della serie pronomi indefiniti. Oggi approfondiremo alcuni usi dei pronomi chiunque e qualcosa. Siete pronti? Come sempre, vi chiedo di fare attenzione agli esempi e, soprattutto, alle osservazioni: chiunque – è il pronome che corrisponde all’aggettivo qualunque ed equivale a qualunque persona; può essere adoperato, SEMPRE nella forma invariabileContinua a leggere “Pronomi indefiniti “chiunque” e “qualcosa””

La particella “ci/vi”: primo post

Ciao a tutti! Il nostro post di oggi tratta un argomento che porta non pochi problemi agli stranieri che studiano la lingua italiana, cioè, la particella “ci” (vi è ormai più raro rispetto a ci), che può avere svariate funzioni. Tuttavia, in questo post, non parleremo della particella “ne“, per cui vi chiedo di concentrarvi soltanto su un argomento allaContinua a leggere “La particella “ci/vi”: primo post”

Pronomi indefiniti “alcuno” e “ognuno/ciascuno”

Ciao a tutti! Ecco il nostro secondo post della serie pronomi indefiniti. Oggi approfondiremo alcuni usi dei pronomi alcuno e ognuno/ciascuno. Siete pronti? Come sempre, vi chiedo di fare attenzione agli esempi e, soprattutto, alle osservazioni: Alcuno – al plurale ha entrambi i generi e i numeri, ma al singolare singolare viene usato solo nelle frasi negative: Es.:Continua a leggere “Pronomi indefiniti “alcuno” e “ognuno/ciascuno””

Pronomi indefiniti “uno” e “qualcuno”

Ciao a tutti! Ecco il nostro primo post della serie pronomi indefiniti. Oggi approfondiremo alcuni usi dei pronomi uno e qualcuno. Siete pronti? I pronomi indefiniti sono pronomi che servono a indicare qualcuno o qualcosa in modo generico e indeterminato. Quindi, fate attenzione agli esempi e, soprattutto, alle osservazioni: Uno – indica una singola persona in modo generico eContinua a leggere “Pronomi indefiniti “uno” e “qualcuno””

Piovere: ausiliare essere o avere?

Ciao a tutti! Nel nostro nuovo post, cercheremo di chiarire un dubbio molto ricorrente tra gli studenti stranieri (e non solo!): il verbo piovere si coniuga nei tempi composti con l’ausiliare essere o avere? Se avete già consultato qualche dizionario, avrete letto che piovere è un verbo difettivo, cioè, non viene coniugato in tutte leContinua a leggere “Piovere: ausiliare essere o avere?”